Bio

Gianluca Di Fazio, fotografo nautico, Alicante (ESP) 2014

Benvenuto nel mio sito!

Quando scelsi di fare il fotografo decisi di imparare una lingua che superasse confini e culture, un linguaggio universale.

Ho ereditato l’amore per la fotografia dai miei genitori, al punto da farne una professione. La mia irriverenza mi ha portato ad approfondire gli studi da autodidatta, seguendo le mie curiosità, cercando confronti e critiche nel perpetuo tentativo di riportare la tridimensionalità della realtà su carta. Si, su carta perché la fotografia a monitor è un atto incompiuto. Quasi un male necessario al giorno d’oggi.

Il mio primo incarico è stato quello di reporter per la cronaca di Roma per il quotidiano “Il Tempo”, una vera palestra per la professione. Da quell’esperienza ho iniziato a lavorare ad un mio stile, un reportage ricercato che racconti gli eventi strizzando l’occhio all’estetica (in fin dei conti sono italiano!) ma, soprattutto, mi sono adoperato affinchè le mie fotografie avessero la capacità di sintetizzare una storia e che lo facessero nel modo corretto. E questo a prescindere dall’oggetto del servizio: un reportage, una cerimonia oppure una campagna pubblicitaria.

Nella mia carriera ho avuto la fortuna di incontrare alcuni Maestri della Fotografia come Steve McCurry, Tomasz Tomaszewski e Carlo Borlenghi, da ciascuno dei quali ho imparato qualcosa sulla fotografia ma anche, e forse soprattutto, sul modo in cui relazionarmi coi soggetti.

Per immagini.

In senso dantesco “attraverso” le immagini, per mezzo di esse.

Statiche, fotografie, oppure dinamiche, video.

L’amore per la luce, la curiosità ed il rispetto per la professione mi guidano alla ricerca di un punto di vista che possa essere quantomeno diverso.

La pazienza poi, nella fotografia, fa il resto…

 

il team

Sea

a pelo d'acqua o immerso

“Abbiamo nelle vene la stessa percentuale di sale che c'è nell’oceano. Abbiamo il sale nel sangue, nel sudore, nelle lacrime. Siamo legati all’oceano e quando torniamo al mare, per regatare o semplicemente per assistere a una regata, torniamo al posto da cui veniamo”. Con queste parole, JFK ha fotografato, in pieno, la mia essenza.

Air

in elicottero o con drone

Il sogno di Icaro è comune in tanti ragazzi, soprattutto nella generazione "Top Gun". Il lavoro mi ha permesso di maturare moltissime ore di volo a bordo di elicotteri ed aerei. La tecnologia, poi, ci ha permesso di innalzare il punto di ripresa e realizzare foto e video con costi decisamente più sostenibili per il cliente attraverso l'utilizzo dei droni a pilotaggio remoto.

Lands

coi piedi saldi in terra

Parafrasando Tiziano Terzani: "Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l'immagine di un'idea" è, quindi, fondamentale "indossare scarpe comode".

perchè scegliere me?

Attrezzature Moderne

L'attrezzatura non fa la fotografia, ci vuole un'idea alla base. Ma le migliori idee necessitano delle migliori attrezzature. E' semplice ma crudele...

Esperienza decennale

America's Cup, Ocean Race e Campionati Mondiali sono alcune delle esperienze maturate nel settore. Passione e amore per il mare fanno il resto...

Editing Professionale

Un buono scatto può diventare una brutta fotografia con un pessimo editing. Il segreto è nei programmi, nelle competenze e nel tempo...

indirizzo

Base operativa: c/o Base Nautica Flavio Gioia, via Lungomare Caboto n. 93 – 04024 Gaeta LT